Archivio Autore

Spid Pago PA

SPID e pubblica Amministrazione

Scritto da Alessandra De Rosa on . Postato in Articoli, News, Pubbliche Amministazioni

Il Sistema Pubblico di Identità Digitale conosciuto da tutti come SPID è il sistema univoco che permette ai cittadini ed ai soggetti privati di impiegare un’identità digitale certificata al fine di usufruire dei servizi online della pubblica amministrazione italiana e dei privati aderenti. Sia cittadini che imprese possono fruire dei servizi digitali messi a punto per loro da qualsiasi dispositivo (PC, Smartphone, Tablet), mediante un accesso ad internet. Consapevoli del fatto che moltissime PA sono piccole entità locali che non hanno risorse nè personali nè informatiche Hydra Solutions è a supporto di tutti gli enti pubblici con  qualifica di soggetto aggregatore SPID per   rendere fruibile il servizio a garanzia di integrazione tra SPID e Cittadino

I Data Base

Scritto da Alessandra De Rosa on . Postato in Database

MySQL è un RDBMS open source e libero, questo ha permesso una maggiore diffusione divenendo una delle tecnologie più note nel campo dell’IT. MySQL è stato sviluppato dalla società svedese TcX nel 1996 per un uso interno, basato su un DBMS relazionale preesistente, chiamato mSQL. Per favorirne la crescita e lo sviluppo, la TcX decise di rendere questo RDBMS libero ed open source, questo permise una rapida affermazione nel campo dell’IT permettendo un rapido sviluppo di moltissimi software e siti internet.

Oggi MySQL è prodotto Oracle che oltre ad avere le versioni Enterprise a pagamento, permette ancora una versione free con licenza GNU General Public License rispettando le caratteristiche native come:

  • Alta efficienza sebbene l’elevata mole di dati affidatagli;
  • Integra al suo interno tutte le funzionalità che offrono i migliori DBMS
  • Elevata possibilità di integrazione con i principali linguaggi di programmazione, ambienti di sviluppo e suite di programmi da ufficio.

Le caratteristiche principali che portano alla scelta di MySQL sono:

✓ È veloce

✓ È Sicuro

✓ È Personalizzabile

✓ È Integrabile su molti sistemi operativi

 

Oracle Database è realizzato e venduto da Oracle Corporation. È uno dei più conosciuti sistemi di gestione di database. È scritto in C, e fa parte della famiglia dei RDBMS (Relational DataBase Management System) ovvero di sistemi di database basati sul modello relazionale.

I vantaggi di questo data base sono:

  • Può essere integrato su vari hardware su diversi sistemi operativi inclusi Windows Server, Unix e varie distribuzioni di GNU / Linux.
  • Oracle Database ha il suo stack di rete che consente all’applicazione da una piattaforma diversa di comunicare senza problemi con il database. Ad esempio, le applicazioni in esecuzione su Windows possono connettersi al database Oracle in esecuzione su Unix.
  • Conformità ACID: Oracle è un database conforme ad ACID che aiuta a mantenere l’integrità e l’affidabilità dei dati.
  • Impegno per le tecnologie aperte: Oracle è uno dei primi database che supportava GNU / Linux alla fine degli anni ’90 prima che GNU / Linux diventasse un prodotto commerciale. Da allora ha supportato questa piattaforma aperta.

 

 

Berkeley DB (BDB) è un sistema di gestione dei database anch’esso con licenza open source, è supportato dalla maggior parte dei sistemi operativi.

Berkeley DB fu sviluppato all’Università di Berkeley, il suo miglioramento è dovuto anche grazie alla partnership intrapresa con Netscape che avendo necessità di un database capace di estendere le librerie a nuovi dispositivi hardware ha permesso un incremento notevole nella diffusione di questo prodotto tale da portare alla costituzione dell’azienda Sleepycat Software, successivamente acquisita da Oracle Corporation.

PostgreSQL è un DBMS, rilasciato con licenza libera. Ad uno sguardo poco attento potrebbe apparire simile a molti altri DBMS, ma ha una particolarità specifica in quanto può implementare la logica di molti linguaggi utilizzati in ambito DBMS acquisendone le caratteristiche come:

  • PL/SQL di Oracle che permette particolari vantaggi nell’uso intensivo di query;
  • Wrapper che permette l’uso dei più diffusi linguaggi di scripting come Perl, Python, Tcl, e Ruby che permettono il potenziamento nella manipolazione delle stringhe e nel linking ad diverse librerie con funzioni esterne
  • Utilizzo di C e C++ per sfruttare logiche di programmazione complesse e che quindi richiedono maggiori prestazioni
  • Possibilità di utilizzo del linguaggio R per le funzioni statistiche ed il calcolo delle matrici.
i chatbot

I Chatbot

Scritto da Alessandra De Rosa on . Postato in Pillole di IA

Pillole di IA – I Chatbot

Oggi parliamo di un sistema sviluppato, ed attualmente utilizzato da quelle aziende che lavorano prevalentemente sul web e che forniscono consulenza/assistenza commerciale ed amministrativa.

Cos’è la chatbot?

È un applicativo ideato per simulare una conversazione con un essere umano. Il fine principale è quello di simulare un comportamento umano al fine di dare risposta immediata all’utente, rispondendo a delle domande, o aiutarlo nell’esecuzione di un processo ad albero definibile da un algoritmo.
Alcuni usufruiscono di sofisticati sistemi di elaborazione del linguaggio naturale, ma molti si limitano a effettuare scansioni delle parole chiave e fornire una risposta con le parole chiave più corrispondenti.

Come aiuta la tua azienda?

I chatbot consentono alle aziende di interagire con un numero illimitato di clienti, con approccio individuale e possono essere scalati in base alle esigenze della domanda e del business, accrescendo enormemente il tasso di caring.
Questo consente un incremento dell’efficienza operativa, permettendo all’azienda di risparmiare una o più risorse che altrimenti dovrebbero rispondere alle esigenze dei clienti, concentrando le risorse aziendali sul suo core business.

Sviluppo intelligente (IA) delle chatbot

Non tutte le chatbot hanno al loro interno lo sviluppo di una intelligenza artificiale di fatti si può incorrere nel web a due diversi tipi di chatbot:

  • Chatbot dichiarativi che generano risposte automatizzate ma colloquiali che leggono le parole chiave e su quelle forniscono una risposta più o meno congrua, in genere questa tipologia è facilmente individuabile dall’utente nel momento che la domanda è leggermente più complessa e la risposta è generale o poco congrua alla domanda.
  • Chatbot di conversazione questi sono dei veri e propri assistenti virtuali che riescono ad acquisire sempre di più concetti all’aumentare dell’utilizzo da parte degli utenti, sia nella padronanza di linguaggio che una maggiore congruità di risposta alla domanda effettuata dall’utente.

In generale IA nelle chatbot può essere sviluppata anche quando vi sono domande e problemi che i chatbot potrebbero non essere in grado di risolvere o a cui rispondere, questa può essere girata ad un operatore reale.
Questa caratteristica può essere implementata su entrambe le tipologie, anche se meglio acquisita nelle chatbot di conversazione, dove la risposta dall’operatore è utilizzata dal per acquisire nuove informazioni.

Se vuoi un aiuto per creare il tuo chatbot contattaci.



 

Numero Verde

Scritto da Alessandra De Rosa on . Postato in Numero Verde

Il numero verde è un servizio telefonico utilizzato sia da enti pubblici che da aziende. Questo servizio favorisce il contatto da parte del cliente/utente in quanto la chiamata è completamente gratuita quindi i costi sono a carico del destinatario.
Da qualche anno si è fatto largo oltre al numero verde tradizionale anche il numero verde ricaricabile, che permette di non pagare alcun canone, e decidi tu il taglio di ricarica in base alle scelte aziendali. La soluzione ricaricabile è fornita da Hydra Solutions in partenariato con numeroverde.com, effettuando l’installazione del numero verde e garantendo la  formazione del personale per la gestione del numero verde, in modo da permettere all’azienda l’autonomia necessaria per la personalizzazione e la gestione del numero verde come ad esempio  l’effettuazione delle ricariche, il controllo del proprio credito residuo, personalizzazione IVR, inserimento numero disturbatore in black list e tanto altro.
Contattaci per una consulenza gratuita.

bonus pubblicita covid 19 bonus curaitalia 2020

Bonus pubblicità 2020 – Covid19

Scritto da Alessandra De Rosa on . Postato in Consulenza

bonus pubblicita covid 19 bonus curaitalia 2020Bonus pubblicità 2020 –Covid19 Il Bonus Pubblicità è un’agevolazione fiscale, sotto forma di credito d’imposta che permette il recupero del 50% della spesa, da utilizzarsi in compensazione sul Modello F24.   Può essere richiesto da Lavoratori Autonomi, Imprese, Enti non Commerciali.   Le spese che rientrano nel bonus sono quelle inerente all’acquisto di spazi pubblicitari su magazine stampati e digitali regolarmente iscritti al ROC, con un direttore responsabile di riferimento.   Tutto ciò che riguarda social media, Google Ads, e tutti quei giornali online e cartacei non iscritti al ROC sono esclusi dal bonus.   La richiesta deve essere effettuata dal 01/09/2020 fino al 30/09/2020 presso l’Agenzia delle Entrate ed è valida per tutte le spese pubblicitaria dell’anno 2020.   Nel gennaio 2021 si potrà presentata la dichiarazione sostitutiva inerente gli investimenti effettuati.   Rivolgiti a noi per avere ulteriori informazioni e/o per pubblicizzare la tua attività

Google+